1. Una segnalazione su Billy, il vizio di leggere

    Ecco la tavola che Bruno Luverà ha richiesto a Franco Portinari per accompagnare la segnalazione sulla rubrica del TG1 dedicata ai lettori Billy, il vizio di leggere della graphic novel 174517. Deportato: Primo Levi.
    Un'esclusiva per Billy. Un'immagine da condividere. Perché lo sguardo di Primo Levi, nel tratto di Portinari, ci arrivi dentro con la sua inquietante domanda: 'Voi che... considerate se questo è un uomo'.
    Grazie Bruno Luvera. Grazie Billy, il vizio di leggere.

    Per guardare il servizio di domenica 20, contenente la segnalazione,  clicca qui.

    Continua »
  2. Insistere su alcune parole

    Questo post è per tutti coloro che ci hanno detto che non capiscono il nostro insistere su alcune parole, tipo facilitiamoci, che non attirano gli insegnanti.

    Allora partiamo da una domanda: quando abbiamo smesso a scuola di insegnare l’educazione civica?
    E ragioniamo: matematica o inglese piuttosto che francese, disegno o laboratorio si possono fare (insegnare e imparare) senza essere civili Senza rispettare le leggi della nostra Costituzione e senza applicare le regole, anche quelle minime di bon ton, che richiede lo stare in una classe vivendola come gruppo e comunità? O quando a scuola si fanno progetti contro il bullismo, o per la legalità, progetti sull’integrazione e la partecipazione, si celebrano le diverse giornate, non si fa forse ‘educazione civica’?

    L’educazione civica educa al NOI. Ed è un processo non un'ora di lezione soltanto. I processi occorre facilitarli. Non si studiano da pag 5 a pag 20 del libro. Per questo stiamo proponendo il corso di formazione Facilitazione di classe e lo riteniamo fondamentale per quegli insegnanti, gruppi di insegnanti o intere scuole che vogliono capire come la scuola tutta o le singole classi possono sperimentare processi di comunità.

    Se la partecipazione non è delega ma partecipazione, appunto, a scuola, gli insegnanti per primi, devono imparare ad essere facilitatori di processi di cittadinanza.

    Per saperne di più | Locandina

    Continua »
  3. Gli anni passano

    Con il passare degli anni il senso di gratitudine verso chi ha dato il via a tutto cresce e si rafforza per noi nella consapevolezza che le radici servono a dare forza alle ali perché l’aurora è davanti e ci impegna a incalzarla.

    "Forzare l'aurora a nascere, credendoci" è l'unica violenza consentita, diceva don Tonino. Ed è questa l'unica violenza che ci consentiamo e ci auguriamo per il nuovo anno.

    Se questa è una certezza, in questo che sarà per noi il 32° anno di attività, per il resto sappiamo solo che abbiamo tanto ma veramente tanto da fare insieme.

    Continua »
  4. Uno stelo di speranza

    «Se vi dico che uno stelo di speranza è già fiorito, è perché voglio esortarvi a recuperare un genere diverso di vita e un nuovo gusto di vivere. È perché voglio invitarvi a stare nella crisi attuale senza rassegnazioni supine, ma con lucidità e coraggio. È perché voglio stimolarvi ad andare controcorrente e a porre sui valori morale le premesse di una organica cultura di vita…
    Gesù, che nasce in questo desolato 1982 2018, è il segno di una speranza che, nonostante tutto, si è già impiantata sul cuore della terra.»

    Così don Tonino Bello. Noi, ne siamo certi. La speranza, nonostante tutto, si è impiantata. A noi e voi l'augurio di darle spazio. Ogni giorno.

    Continua »
  5. Dalla parte della verità

    Ci sono persone che, scegliendo di stare dalla parte della verità e della giustizia, hanno reso migliore la nostra vita, vivendo ancora oggi però una vita di inferno. Con una voce contraffatta ieri Maria, nome di fantasia, ha raccontato a Fuori gioco su Radio1 la sua storia di testimone di giustizia contro la mafia lasciata ora sola dallo Stato.
    La testimonianza di Maria rese noti i tratti caratterizzanti della criminalità organizzata di stampo mafioso in Puglia. Storia poco nota alla società civile sino alla pubblicazione del nostro libro Non la picchiare così. Sola contro la mafia. Leggerlo significa sapere di lei, delle violenze assurde subite, ma anche della mafia pugliese che molti non hanno voluto vedere.
    La trasmissione di ieri era un atto di denuncia di Maria nei confronti dello Stato, che siamo anche noi. Perché lo Stato lascia ancora soli i testimoni di giustizia. Ascoltate per intero la puntata di ieri a questo link. Ci serve per capire da che parte stare parlando di legalità e giustizia oggi.

    Continua »
  6. Il secondo principio della termodinamica

    Il secondo principio della termodinamica, ci ha spiegato Michela Prest a Disegnare comunità. L'apprendimento come esperienza est-etica, se applicato al sistema scuola, ci dice che questa se vista, vissuta, organizzata come un sistema chiuso è destinata a morire. La dispersione degli alunni ha origine nella chiusura della scuola.
    Ma anche se applicato alla comunità, a un gruppo di lavoro, a una famiglia, il principio termodinamico funziona allo stesso modo. I dispersi della società sono il risultato della chiusura della società.
    Tutto ciò che si chiude a energie e nutrimenti provenienti dall’esterno è destinato a finire. La cancrena è l'immagine più efficace.
    Funziona così anche il nostro corpo. Se non ricevesse nutrimento dall’esterno (cibo), non genererebbe l’energia per portare sangue, e quindi vita, ad ogni singola cellula. Disperdere energia significa consentire il movimento, le contaminazioni, i confronti, le esperienze.
    Ma non sono una legge o un decreto che rendono la scuola un sistema aperto.
    La differenza la fanno gli insegnanti e i dirigenti per primi.
    La differenza la facciamo sempre noi nel modo in cui scegliamo di viverci nelle nostre professioni.
    In fondo chi essere con la nostra vita possiamo deciderlo ancora noi. Ed è bene ricordarcelo.

    Continua »
  7. Una targa oggi

    "In fondo, signorina, se quello lì avesse voluto farle qualcosa, per come è piccolina lei di statura, vuole che non lo avrebbe già fatto? Tranquilla se ne torni a casa, vedrà che non le succederà nulla."

    E denuncia dopo denuncia, Santa Scorese da vittima diventa colpevole e da una donna ‘viva’, in una sera come tante altre, diventa una donna ‘morta’, ammazzata per strada, mentre ad una ad una restano chiuse le finestre delle case della via.
    Certo, una targa oggi dice che Santa Scorese è una vittima di femminicidio.
    Ma tra vivere e morire, anche se piccola di statura, Santa avrebbe preferito di gran lunga vivere.
    Guardiamo il suo volto. E ricordiamo la sua storia con il libro che dice di lei, non con la targa che dice la strada a lei intitolata a futura e perenne memoria.
    Aver inserito il libro tra quelli a 1 Euro del nostro Black Friday appena trascorso è stata una provocatoria azione di convincimento a leggerlo e a farlo leggere, perché dopo ogni qualsiasi denuncia di una donna scattino le azioni dovute e necessarie perché, poi, a quella donna e alla sua morte non ci siano una targa e una strada dedicata.
    Anche se il Black Friday è passato, la provocazione resta.

    Continua »
  8. La brutta storia dell'insegnante presa a sediate

    La brutta storia dell’insegnante presa a sediate riaccende il dibattito sulla violenza a scuola.
    Pensiamoci però: la scuola non è il riflesso del Paese ma è il Paese. E il tema educativo e quindi politico è la violenza e il potere che le stiamo conferendo nella tessitura dei legami di comunità.
    La violenza è un modo per tenere una comunità. Come anche la nonviolenza.
    Se nelle urne si sceglie la prima, perché la sedia lanciata è più grave della croce messa su una scheda elettorale dando consenso a una politica violenta?
    Meglio della qualifica di pubblico ufficiale, che già gli insegnanti hanno e che qualcuno vorrebbe rafforzare, dovremmo educarci ed educare alla qualifica per tutti di 'persona'.

    Continua »
  9. Che poi dipende tutto da cosa decidi di fare da grande

    Che poi dipende tutto da cosa decidi di fare da grande.
    Se vuoi fare il comico e comico diventi, reciti la tua parte comica sempre. Far diventare l’altro caricatura di se stessi per far ridere altri ti è consentito dal mestiere che fai, e pensi di prenderti tutte le licenze possibili visto che oltre gli applausi, hai preso pure il voto dei cittadini. 
    Se invece da grande vuoi fare l’editore allora la strada è un’altra e quando ti imbatti nelle diverse possibilità degli altri che hanno necessità diverse dalla massa, perché sei editore, fai libri per loro. 
    Dipende da ciò che vuoi fare da grande. Noi abbiamo scelto di pubblicare Parimenti ad esempio, per quelli caricaturizzati in una festa di movimento di governo che vuole cambiare il Paese.
    Perché si fanno scelte politiche, ad alto impatto di inclusione sociale, anche pubblicando libri.
    O, come il nostro caso, i libri li fai con loro.

    Continua »
  10. DISEGNATORI DI FUTURO

    C’è qualcosa che ha a che fare fortemente con l’educare. Ed è la vita. L’educazione stessa è vita. Matthew Fox scrive che non si educa per vivere, ma si vive per educare. Per cui, potremmo dire che chi educa si occupa della vita che sarà. Di come cioè si organizza il vivere di ognuno. Senza giri di parole ce lo ha detto Asia all’ultimo convegno chiedendoci di parlare di “mare, meduse, pesci”, sistemi viventi di un ambiente totalmente diverso e altro da quello che entra nei nostri processi educativi e di cura che noi abitiamo quotidianamente, fortemente però legato alle nostre scelte, abitudini di vita, ai modi attraverso i quali generiamo il nostro rapporto con i sistemi viventi interagendo nella nostra dimensione di corpi con una intelligenza, con un cuore e una coscienza. Dimensione del pensare/conoscere, amare/sentire dentro, discernere/scegliere. In fondo decidiamo con la testa, con il cuore, con la nostra coscienza come stare e come permettere agli altri di stare a questo mondo. E a quello che sarà.

    Continua »
Pagina

PERCHÉ QUESTE INFORMAZIONI

Ai sensi del d.lgs. 196/2003 e del Regolamento (UE) 2016/679 (di seguito "Regolamento"), questa pagina descrive le modalità di trattamento dei dati personali degli utenti che consultano il sito web di La Meridiana S.r.l. accessibili per via telematica al seguente indirizzo:

https://www.lameridiana.it

Informiamo l'utente che a seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Le presenti informazioni non riguardano altri siti, pagine o servizi online raggiungibili tramite link ipertestuali eventualmente pubblicati sul sito.

Identità del Titolare

Titolare del trattamento è La Meridiana S.r.l., con sede legale in Molfetta (BA), Via Sergio Fontana n. 10/C –  c.a.p. 70056, (Email: info@lameridiana.it, PEC: edizionilameridiana@pec.it, Tel.: +39 0803971945).

Fonte dei dati e tipologia dei dati raccolti

 La Meridiana S.r.l. raccoglie i dati personali forniti volontariamente dagli utenti:

  1. al momento della registrazione sul sito Web o quando i suddetti eseguono una transazione tramite il sito Web, oltre ad altri dati personali associati all'elaborazione degli ordini. I suddetti dati possono, a titolo esemplificativo e non esaustivo, includere: Titolo, nome e cognome, nome aziendale, numero di partita IVA (se necessario), data di nascita, sesso, indirizzo e-mail, nome utente e password, indirizzo di spedizione e fatturazione (inclusi codice postale, città e Paese), numero di telefono e fax, tipo e quantitativo dei prodotti ordinati, data dell'ordine, stato di evasione degli ordini, data e ora della consegna del servizio, valore dell'ordine, valuta, informazioni di pagamento (numero e data di scadenza della carta di credito), richieste di resi o offerte per l'utente.
  2. relativi all'utilizzo del sito Web da parte dell'utente, ad esempio: indirizzo IP, i prodotti visualizzati e quelli presenti nel carrello; se l'utente giunge al sito Web tramite una pagina di rimando o un collegamento presente in un'e-mail promozionale o pubblicità su un altro sito Web che reindirizza al sito Web di La Meridiana S.r.l. l'azienda può, inoltre, raccogliere informazioni sulla pagina di rimando e sull'e-mail promozionale o pubblicità mirate insieme all'indirizzo IP dell'utente per analizzare l'efficacia delle operazioni di marketing (complessivamente "dati sull'uso").
  3. al momento dell’invio di un messaggio utilizzando i form predisposti per la richiesta di contatto, ovvero gli indirizzi di contatto presenti sul sito https://www.lameridiana.it
    L'invio facoltativo e volontario di messaggi agli indirizzi di contatto nonché la compilazione e l'inoltro dei moduli presenti sul sito, comportano l'acquisizione dei dati di contatto del mittente, necessari a fornire riscontro, nonché di tutti i dati personali inclusi nelle comunicazioni.
  4. dell’iscrizione al servizio di newsletter del titolare. La compilazione dei moduli necessari all’iscrizione al servizio newsletter comportano l’acquisizione dei dati di contatto dell’utente necessari all’erogazione del servizio. I dati forniti saranno trattati con modalità automatizzate e manuali. Il trattamento dei dati forniti dall’utente sarà comunque limitato a quanto necessario per porre in essere il servizio.
    I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

Finalità del trattamento

A seconda del tipo di trattamento da porre in essere, il Titolare del trattamento utilizza:

  1. I dati sulle transazioni per elaborare ed evadere gli ordini, gestire i pagamenti, comunicare con l'utente in merito all'ordine, gestire eventuali resi, fornire assistenza ai clienti e permettere il ritiro dei prodotti. Saranno altresì utilizzati per acquisire dati e informazioni precontrattuali; scambiare informazioni finalizzate all’esecuzione del rapporto contrattuale, ivi comprese le attività pre e post contrattuali; formulare richieste o evadere richieste pervenute; gestire la contabilità e gli adempimenti fiscali.
  2. i dati personali dell’Interessato potranno essere trattati anche per finalità di marketing e promozione commerciale, per indagini e ricerche di mercato con riguardo a Servizi/Prodotti che il Titolare offre. Tale trattamento può avvenire, in modo automatizzato, con le seguenti modalità:  e-mail; sms; contatto telefonico e può essere svolto qualora l’Interessato non abbia revocato il suo consenso per l’utilizzo dei dati.
  3. per l’invio di news letter a carettere informativo o di promozione commerciale (es. inviti ad eventi, comunicazioni relative all’offerta di nuovi servizi, offerte promozionali). Tale trattamento può avvenire, in modo automatizzato a mezzo  e-mail e può essere svolto qualora l’Interessato non abbia revocato il suo consenso per l’utilizzo dei dati;
  4. per fornire riscontro a eventuali comunicazioni, richieste di informazioni e/o servizi provenienti dagli utenti mediante gli appositi form o utilizzando il/gli indirizzo/i presenti nella sezione contatti;
  5. per finalità di profilazione (es. analisi e/o previsione automatizzata delle preferenze personali e degli interessi dell’utente);
  6. Infine, i dati saranno utilizzati per gestire e controllare i rischi, prevenire possibili frodi, insolvenze o inadempienze; prevenire e gestire possibili contenziosi, adire le vie legali in caso di necessità.

Base giuridica del trattamento

In riferimento alle finalità indicate nel precedente paragrafo, la base giuridica delle stesse è, relativamente al punto:

  1. la necessità di dare esecuzione a un contratto di cui l’interessato è parte o a misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso;
  2. Il consenso espresso dall’interessato;
  3. Il consenso espresso dall’interessato;
  4. la necessità di dare esecuzione a un contratto di cui l’interessato è parte o a misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso;
  5. il consenso espresso dall’interessato per la specifica finalità.
  6. la necessità di perseguire il legittimo interesse del titolare del trattamento (in particolare con riguardo alla  prevenzione di frodi e insolvenze).

 

Cookie e altri sistemi di tracciamento

Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare, questo Sito fa uso di cookies. Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell’Utente, come piccoli file di testo chiamati “cookie”, che vengono salvati nella directory del browser Web dell’Utente. Esistono diversi tipi di cookie, ma sostanzialmente lo scopo principale di un cookie è quello di far funzionare più efficacemente il Sito e di abilitarne determinate funzionalità.

I cookie sono utilizzati per migliorare la navigazione globale dell’Utente.

Per maggiori informazioni sui cookie utilizzati dal presente sito web è possibile visionare la cookie policy al seguente link.

 

Destinatari dei dati

I dati personali trattati dal Titolare non sono diffusi, ovvero non ne viene data conoscenza a soggetti indeterminati, in nessuna possibile forma, inclusa quella della loro messa a disposizione o semplice consultazione. Possono, invece, essere comunicati ai lavoratori che operano alle dipendenze del Titolare, o a soggetti autorizzati al trattamento in quanto operanti sotto l’autorità del titolare del trattamento. A tale proposito, La Meridiana S.r.l., ha incaricato dei fornitori di servizi terzi in relazione al funzionamento del sito Web, quali fornitori di servizi di hosting, fornitori di servizi di marketing e siti Web, fornitori di servizi di manutenzione IT, servizi di spedizione e servizi di verifica dell'IVA, nonché fornitori di servizi che consentono l'integrazione nel sito Web di altre funzioni che l'utente può usare a sua discrezione. A tali fornitori di servizi, designati in qualità di Responsabili del trattamento, vengono forniti solo i dati personali necessari per erogare i corrispettivi servizi e non è loro concesso di usare o divulgare i dati personali degli interessati per altri scopi, senza previa autorizzazione dell'interessato.

 

I dati, possono inoltre essere comunicati, per quanto strettamente necessario, a soggetti che per finalità di evasione degli ordini o di altre richieste o di prestazioni di servizio relativi alla transazione o al rapporto contrattuale con il Titolare, debbano fornire beni e/o eseguire su incarico del Titolare prestazioni o servizi.

Infine, i dati potranno essere comunicati ai soggetti legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie.

In particolare, sulla base dei ruoli e delle mansioni lavorative espletate, alcuni lavoratori sono stati legittimati a trattare i dati personali, tenuto conto delle rispettive competenze e in conformità alle istruzioni ad essi impartite dal Titolare.

Trasferimento dei dati

In nessun caso il Titolare del trattamento trasferisce i dati personali in paesi terzi o a organizzazioni internazionali. Tuttavia, si riserva la possibilità di utilizzare servizi in cloud; nel qual caso, i fornitori dei servizi saranno selezionati tra coloro che forniscono garanzie adeguate, così come previsto dall’art. 46 GDPR 679/16.

Conservazione dei dati

Il Titolare del trattamento conserva e tratta i dati personali per il tempo necessario ad adempiere alle finalità i ndicate. Successivamente, i dati personali saranno conservati e non ulteriormente trattati, per il tempo stabilito dalle vigenti disposizioni in materia civilistica e fiscale.

In particolare, saranno conservati per tutta la durata della sua iscrizione anagrafica e comunque non oltre un periodo massimo di 12 (dodici) mesi di sua inattività, ovvero qualora, entro tale termine, non risultino associati dei Servizi e/o acquistati dei Prodotti mediante l’anagrafica stessa. 

Nel caso di dati forniti al Titolare per le finalità di profilazione, questi saranno conservati per 12 mesi, salvo sempre revoca del consenso prestato.

Nel caso di dati forniti per finalità di promozione commerciale e invio di newsletter per servizi diversi da quelli già acquisiti dall’Interessato, per le quali inizialmente Egli abbia prestato il consenso, questi saranno conservati per 24 mesi, salvo revoca del consenso prestato.

Nel caso di dati forniti al Titolare per le finalità di profilazione, questi saranno conservati per 12 mesi, salvo sempre revoca del consenso prestato.

Occorre inoltre aggiungere che, nel caso in cui un utente fornisca al Titolare dati personali non richiesti o non necessari al fine dell’esecuzione della prestazione richiesta ovvero all’erogazione di un servizio a essa strettamente connesso, La Meridiana S.r.l., non potrà essere considerata titolare di questi dati, e provvederà alla loro cancellazione nel più breve tempo possibile.

Diritti dell’interessato

In relazione ai dati oggetto del trattamento di cui alla presente informati va all’interessato è riconosciuto in qualsiasi momento il diritto di:

L'apposita istanza è presentata contattando il Titolare tramite PEC all’indirizzo edizionilameridiana@pec.it email all'indirizzo info@lameridiana.it o lettera raccomandata a/r all’indirizzo Molfetta (BA), Via Sergio Fontana n. 10/C –  c.a.p. 70056.

L’interessato, qualora ritenga che il trattamento dei Suoi dati avvenga in violazione di quanto previsto dal

Regolamento, può proporre reclamo a un'autorità di controllo (Autorità Garante per la protezione dei dati personali – www.garanteprivacy.it), come previsto dall'art. 77 del GDPR, o adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79 del GDPR).

 

Rifiuto al conferimento dei dati

Gli interessati non possono rifiutarsi di conferire al Titolare i dati personali necessari per ottemperare le norme di legge che regolamentano le transazioni commerciali e la fiscalità.

Il conferimento di ulteriori loro dati personali potrebbe essere necessario per migliorare la qualità e l’efficienza della transazione.

Pertanto, il rifiuto al conferimento dei dati necessari per legge impedirà l’evasione degli ordini. Gli ulteriori dati indicati nel paragrafo “Fonte dei dati e tipologia di dati raccolti” vengono forniti su base volontaria; tuttavia se l’interessato dovesse decidere di non fornire i dati richiesti, La Meridiana S.r.l.  potrebbe non essere in grado di fornire i servizi, consentire il completamento della transazione tramite il sito Web o elaborare l'ordine.

Processi decisionali automatizzati

Il Titolare non effettua trattamenti che consistono in processi decisionali automatizzati sui dati delle persone fisiche, se non nei confronti degli interessati che prestano il proprio consenso al trattamento dei dati per finalità di marketing, invio di newsletter e profilazione.