La relazione al centro

ISBN
9788861531383
Prezzo speciale 22,10 € Prezzo predefinito 26,00 €
Disponibile

Noi siamo letteralmente in e allo stesso tempo la relazione con noi stessi, gli altri e il mondo: se io sono capace di relazionarmi con rispetto e comprensione e autenticità con le varie parti di me, sarò altrettanto capace di relazionarmi con le molteplici componenti della società, sempre più costituita da persone di varie etnie, religioni, credenze, orientamenti.

Purtroppo anche l’opposto è vero: se mi sentirò minacciato da alcune parti di me (dai miei diversi sé che altro non sono che le configurazioni delle diverse relazioni significative della mia vita emozionale relazionale) vivrò in forma di minaccia tutto ciò che percepirò diverso dalla parte “rigida e scarnificata” che chiamo me stesso e rischierò di contribuire ai fenomeni di alienazione di parti significative di me; negherò alcuni bisogni fondamentali e mi precluderò la loro soddisfazione, farò violenza a me stesso e così facendo potrò farne ad altri.

Questo processo di perdita di contatto, di dissociazione da alcune importanti parti del mio sé non solo creerà una grave reificazione di me stesso ma contribuirà ad aumentare nella società quel livello di paura, pregiudizio, razzismo che quotidianamente vediamo produrre notevole sofferenza a noi stessi e gli altri generando disfunzionali modelli di sé che influenzeranno le nuove generazioni.

Barrett-Lennard nel suo libro ci aiuta a capire tutto questo e soprattutto a comprendere la portata bio-psico-sociale di una relazione psicoterapeutica centrata su tutti gli aspetti di una persona. Barrett-Lennard ci mostra che il riconoscimento del diritto di cittadinanza alle nostre varie parti del sé non solo migliora la nostra capacità di relazionarci con noi stessi e gli altri ma ci permette anche una migliore capacità di contatto e di rispetto verso le diverse forme di vita del pianeta.

 

Dall’introduzione di Alberto Zucconi

Dettagli
Autore G. Barrett-Lennard
Anno di pubblicazione 2011
Pagine 224
Collana Collane
persone
Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:La relazione al centro
Il tuo voto