Il teatro degli oppressi

Sottotitolo
Teoria e tecnica del teatro
ISBN
9788861531819
da 15,73 € Prezzo predefinito 18,50 €
Disponibile

Perché leggere questo testo tanto fondamentale e fondativo del Teatro degli Oppressi a distanza di decenni? Per tre buoni motivi. Innanzitutto per ritrovare le origini e le radici storiche del Teatro degli Oppressi nella lotta politico-teatrale per liberare dall’oppressione. Ritrovare le radici vuole dire recuperare l’attenzione agli aspetti politici ed etici, non lasciarsi sopraffare dall’agire quotidiano e dalle lusinghe del mercato, avere antenne sensibili per prevedere le trappole possibili.
Il secondo motivo è che contiene parti tecniche fresche e ancora attuali come il teatro-mito, il teatro-feuilleton, il teatro-giornale, e poi, ancora, strumenti usati alle origini, tecniche più antiche e meno pregnanti del teatro-forum, in cui è chiara la scelta poetica di attivare lo spett-attore, di dialogare col pubblico. In ultimo, questa edizione cancella l’immagine, molto alimentata nel mondo accademico, di un Boal militante politico di un teatro ridotto a insieme di “giochini divertenti”, ben lontani dalla serietà della sperimentazione teatrale.
Queste pagine oggi come allora vanno lette e sperimentate con lo stesso scopo: analizzare e trasformare il mondo presente, alla luce di quello passato, così da creare il mondo futuro che vogliamo, un altro mondo possibile. Scelte coraggiose in un’Italia che sembra aver smarrito il livello etico prima che politico.

Dettagli
Sottotitolo Teoria e tecnica del teatro
Autore A. Boal
Anno di pubblicazione 2011
Pagine 192
Collana Collane
partenze
partenze... per educare alla pace
Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Il teatro degli oppressi
Il tuo voto